Top

spazio calmo Tag

Call-Center h24

L’importanza del Call-Center h24

La bidirezionalità Il dispositivo di comunicazione bidirezionale per spazi calmi necessita di avere per tutta la durata di apertura dell’attività, di un referente “dall’altra parte” che deve poter sempre rispondere al call center. Se è facile immaginarsi questo in una attività complessa (ospedale, grand-hotel, centri commerciali imponenti…) in quanto presente un centro di gestione delle emergenze, risulta più complicato pensarlo per le attività più piccole.   Il problema Diventa complicato quando ad esempio pensiamo alle autorimesse condominiali. Queste infatti costringerebbero l’amministratore di condominio ad assumersi una importante responsabilità. Oppure ad hotel e centri commerciali di più piccole dimensioni nei quali, i responsabili dell’attività dovrebbero autonomamente assumere questo compito.   La soluzione E’ per questo che abbiamo sviluppato il primo...

La progettazione inclusiva

La progettazione inclusiva

L’impostazione generale del DM 03/08/2015 è basata sui 8 principi, tra i quali troviamo inclusione. Il Codice infatti ci dice che le diverse disabilità (es. motorie, sensoriali, cognitive, …), temporanee o permanenti, delle persone che frequentano le attività debbono essere considerate parte integrante della progettazione della sicurezza antincendio.   La definizione nella nuova versione del codice inclusione: le diverse disabilità (es. fisiche, mentali o sensoriali) e le specifiche necessità temporanee o permanenti degli occupanti sono considerate parte integrante della progettazione della sicurezza antincendio. Nell’immaginario collettivo, la persona disabile è spesso identificata in una persona in carrozzella, nella realtà invece il panorama è decisamente più ampio. Dobbiamo infatti considerare le...

sp-lavoro-inclusivo

L’inclusione favorisce le aziende che la applicano

L’inclusione favorisce le aziende che la applicano Assumere persone con disabilità nelle aziende apporta un vantaggio economico, oltre che favorire la valorizzazione delle diversità. È del 2018 lo studio effettuato da Accenture, una multinazionale di studi strategici con sede tra gli Stati Uniti e Dublino. Il rapporto The Disability Inclusion Advantage informa che le aziende che abbiano come priorità l’inclusione di persone con disabilità, arrivino ad avere ricavi maggiori. Ebbene sì, è stato calcolato che questa scelta apporta in media il 28% in più di ricavi rispetto alle altre aziende. Secondo una ricerca, infatti, il pubblico preferisce acquistare da un’azienda inclusiva. L’inclusione, quindi, è un fattore determinante...

ALLESTIRE UNO SPAZIO CALMO

ALLESTIRE UNO SPAZIO CALMO

ALLESTIRE UNO SPAZIO CALMO I luoghi non sono tutti uguali. A seconda delle caratteristiche di ogni struttura, il progettista o chi si occupa dello sviluppo del piano di emergenza prenderà decisioni diverse. Dopo un’accurata valutazione del rischio capirà come organizzare lo spazio calmo. La definizione di spazio calmo Lo spazio calmo è una zona sicura utile in caso di emergenza ad accogliere le persone con disabilità motorie o di altro genere. Più in generale anche chi, in quel momento, non è in grado di spostarsi autonomamente. Questo permette, al bisogno, di offrire uno spazio protetto in attesa che arrivino i soccorsi. L’attrezzatura per l’assistenza L’organizzazione dello spazio calmo da parte...

Sistema-di-comunicazione-bidirezionale-per-spazi-calmi

Dispositivo di comunicazione bidirezionale Communicator

Vi siete mai domandati quale sia il comportamento corretto da tenere in caso di pericolo all’interno di un supermercato? Non sempre ci si fanno domande di questo tipo. Generalmente tendiamo a vivere senza porre troppa attenzione a problemi che pensiamo lontani da noi e che difficilmente ci toccherà affrontare. Ma l’esperienza, insieme ai giornali e ai notiziari, ci dimostra l’inesattezza di questo nostro pensiero. La prevenzione è la chiave di tutto. La normativa di riferimento rispetto alla prevenzione degli incendi è il D.M. 23 novembre 2018. In esso si trovano le linee guida per la prevenzione degli incendi nelle attività commerciali con superficie superiore ai 400 mq. Il...

Sicurezza inclusiva negli uffici e aziende.

Sicurezza inclusiva negli uffici e aziende. Quando serve lo spazio calmo?

Un approccio nuovo, inclusivo. In ufficio o in azienda è dove passiamo la maggior parte del nostro tempo. È il nostro luogo di lavoro. È importante quindi che questi luoghi rappresentino un giusto livello di sicurezza non solo morale ma anche reale per chi li frequenta. Tutti i lavoratori, quando sono sul posto di lavoro, devono sentirsi sicuri. Questa sensazione è infatti importante anche che sia recepita e percepita da tutti. Fino a qualche anno fa si progettavano le attività lavorative in funzione di occupanti normodotati, e con interventi esclusivi (in alcuni casi) anche per gli occupanti disabili. Oggi però l’approccio alla progettazione è cambiato. La progettazione viene...

Sicurezza inclusiva negli hotel

Sicurezza inclusiva negli hotel. Quando serve lo spazio calmo?

Un approccio nuovo, inclusivo. L’hotel è l’edificio più rappresentativo per l’attività turistica in Italia. È importante che questi rappresentino anche un livello di sicurezza non solo morale ma anche reale per chi li utilizza. Tutti i turisti, quando sono a in vacanza, devono sentirsi sicuri. Fino a qualche anno fa si progettavano hotel in funzione di occupanti normodotati, e con interventi esclusivi (in alcuni casi) anche per gli occupanti disabili. Oggi però l’approccio alla progettazione è cambiato. La progettazione viene eseguita con il principio di inclusività, in altre parole: “sicurezza per tutti”. Nello specifico, il sistema di esodo e di allarme deve poter garantire la salvaguardia della vita...

Sicurezza inclusiva- condomini- spazio calmo

Sicurezza inclusiva nei condomini. Quando serve lo spazio calmo?

Un approccio nuovo, inclusivo. Il condominio è una delle soluzioni architettoniche che più rappresenta la collettività e condivisione tra gli edifici privati. È importante che questi rappresentino una sicurezza non solo morale ma anche reale per chi li abita. Tutti i condomini, quando sono in un condominio, devono sentirsi sicuri. Questa sensazione è infatti importante anche che sia recepita e percepita da tutti. Fino a qualche anno fa si progettavano i condomini in funzione di occupanti normodotati, e con interventi esclusivi (in alcuni casi) anche per gli occupanti disabili. Oggi però l’approccio alla progettazione è cambiato. La progettazione viene eseguita con il principio di inclusività, in altre parole:...

sicurezza- centro- commerciale

Sicurezza inclusiva nelle attività commerciali. Quando serve lo spazio calmo?

Le attività commerciali sono la linfa vitale di molte città. Un punto di incontro di tante persone che confluiscono generando grande affollamento in determinati giorni dell’anno. Sono realtà nelle quali quindi è molto probabile trovare ogni tipologia di occupante. Fino a qualche anno fa si progettavano attività commerciali in funzione di occupanti normodotati, e con interventi esclusivi (in alcuni casi) anche per gli occupanti disabili. Oggi però l’approccio alla progettazione è cambiato. La progettazione viene eseguita con il principio di inclusività, in altre parole: “sicurezza per tutti”. Nello specifico, il sistema di esodo e di allarme deve poter garantire la salvaguardia della vita per tutti, dai ragazzi...

Sicurezza inclusiva nelle scuole

Sicurezza inclusiva nelle scuole. Quando serve lo spazio calmo?

Sicurezza inclusiva nelle scuole.   Quando serve lo spazio calmo? Un approccio nuovo, inclusivo. La scuola è uno degli edifici più rappresentativi per i ragazzi e per la collettività. È importante che queste rappresentino una sicurezza non solo morale ma anche reale per chi le vive. Tutti i ragazzi, quando sono a scuola, devono sentirsi sicuri. Questa sensazione è infatti importante anche che sia recepita dalle famiglie a casa o dai genitori che nel frattempo lavorano. Fino a qualche anno fa si progettavano gli edifici scolastici in funzione di occupanti normodotati, e con interventi esclusivi (in alcuni casi) anche per gli occupanti disabili. Oggi però l’approccio alla progettazione...